Come reagisce la pelle dopo gli anni, informazioni dai cosmetici JMF

28/9/2020

50 / 56 anni e over

In questa fascia d’età si devono considerare molti più fattori. Oltre ai naturali processi di invecchiamento della pelle, entrano in gioco cambiamenti ormonali, come la menopausa e il rallentamento metabolico. La pelle non ha più quel sostegno di una volta, c’è atonia generale della pelle e eccessiva secchezza, le rughe sono sempre più accentuate, le macchie che dapprima si ritrovavano solo sulle mani, ora si estendono a tutto il corpo.

36 / 49 anni

In questa fase ci avviciniamo ad una maturità differente, iniziamo a vedere i primi grandi cambiamenti sul nostro viso. La pelle perde elasticità e mostra le prime rughe. La nostra pelle, una volta persa elasticità si può paragonare ad un materasso di lana dopo averci dormito sopra nella stessa posizione a lungo: prende la forma e non torna più lo stesso.

25 / 35 anni

In questa fase il nostro organismo inizia l’invecchiamento cellulare producendo cheratina che trattiene e cementa le cellule dello strato corneo che si irrigidisce, facendoci percepire superficialmente la pelle secca e disidratata mentre in profondità inizia il rallentamento della produzione di collagene ed elastina quindi il tessuto si prepara sul viso a evidenziare le prime nano rughe e sul corpo iniziano ad evidenziarsi atonia e cellulite.

14 / 21 anni

Dall’adolescenza alla maturità possiamo riscontrare una pelle tendenzialmente grassa. Qualche impurità o addirittura pelle acneica. Per la maggior parte degli adolescenti tutto svanisce col passare del tempo, ma non tutti sono così fortunati.